a Maratona delle Galassie (13 Aprile 2013) Italian language only

 La Maratona delle Galassie (13 Aprile 2013)

Date le previsioni favorevoli, dopo vari weekend all’insegna del brutto tempo, ci siamo ritrovati numerosi presso l’Astronomical Centre di Montecatini Val di Cecina per una nottata di osservazione del cielo primaverile caratterizzato dai grandi campi di galassie del Leone, Coma, Vergine, Orsa Maggiore e Cani da Caccia.

Sono stati ospiti graditi dell’Astronomical Centre un gruppo di astrofili di Viareggio tra cui due vecchie conoscenze: Alessandro Toscano e Giacomo Genovali con i quali lo scrivente ha trascorso varie nottate osservative memorabili sul Giogo e all’Orecchiella. Era poi presente Domenico Antonacci con un gruppetto di astrofili di Cascina. Non potevano poi mancare gli affezionati Guido, Giacomo, Sergio, Gianluca e Mauro.

Insomma, un bel gruppetto.

 

 

 

 

 

 

Da sinistra: Giacomo, Barbaro, Alessandro, Rossano, Guido, Simone, Andrea, Gianluca, Sergio, Giacomo; accosciati: Jenny, Domenico, Fabio, Fabrizio, Rita.

Il prato attorno alla sala controllo era gremito di telescopi: oltre a quelli dell’osservatorio impegnati nella ricerca delle supernove e monitoraggio di stelle variabili, erano presenti due C11, 2 C8, un paio di Dobson da 30 cm, 2 Newton da 25 e, ciliegina sulla torta, il grande Dobson da 60 cm di Alessandro che ci ha regalato visioni mozzafiato.

 

 

 

 

 

 

Faccio alcuni esempi:

NGC 4565 a ca. 170X attraversava tutto l’oculare (un Explorer 14 mm da 100° di campo apparente); la sua

forma era perfettamente riconoscibile: si vedeva nettamente il rigonfiamento centrale e la linea di polveri che lo taglia a metà;

M64 , la Black Eye Galaxy, di forma ovale, teneva fede al nome assegnatole dato che la striscia nera a forma di semicerchio a nord del nucleo era molto evidente e non richiedeva la visione distolta;

M104 , dava veramente l’impressione di galassia vista di 3/4. La banda di polveri divideva in due la regione nucleare lasciando da una parte una zona rigonfia molto luminosa e dall’altra una nebulosità diffusa che lentamente si andava a confondere con il fondo cielo;

M82 appariva in tutto il suo splendore, tutta …rosicchiata nella zona centrale come nelle migliori foto;

M51 mostrava le spirali nettamente staccate dal fondo cielo, anche quelle più estese cioè quelle ben al di là della stellina di campo che nelle foto appare affogata nella nebulosità della galassia. Era chiara la differenza di forma dei nuclei delle due galassie interagenti: quello di NGC 5194 appariva rotondeggiante mentre quello di NGC 5195 era visibilmente allungato e sfumava in maniera asimmetrica: la nebbietta che lo circonda andava infatti a definire il ponte che unisce le due galassie.

M13 : è risolto fino al nucleo a 250-300X. Molto, molto luminoso anche a questi ingrandimenti; un tripudio, un brulicare di stelle. Fantastico!

M3: un po’ meno appariscente del grande ammasso di Ercole ma molto bello: luminosissimo e risolto fin nelle parti centrali. Molto bello. Altri oggetti osservati durante la nottata sono stati il Leo Triplett (M65, M66, NGC 3628), il trio di galassie comprendente M105 nel Leone, il fantastico campo di galassie attormo a M84/M86/The Eyes nella Vergine, nonché tutta la Catena di Markarian fino a NGC 4459 e poi giù su M87. A notte fonda, lo Scorpione in bella vista ci

ha regalato una ottima visione di M4 e di M80.

La serata era iniziata male, con un lamentìo generale dovuto ad una velatura non trascurabile che si è presentata verso le 19,30. Per fortuna, con profonda soddisfazione di tutti verso le 21 il cielo si è pulito e si è mantenuto tale fino a quando non abbiamo staccato. Alle 4 circa, con M101 proprio sopra la testa e una Via Lattea che si andava sempre più delineando, erano sempre in azione lo scrivente, Mauro con il suo programma di osservazione da finire e Fabio in sala controllo alla…ricerca di supernove e monitoraggio di variabili.

Nota positiva della serata: umidità molto bassa, assenza quasi totale di condensa, telescopi asciutti. Una leggera brezza da SW suscitava le ire dei fotografi. Sergio, nonostante qualche problema di autoguida, è riuscito comunque a portare a casa la seguente immagine di M81-M82:

 

 

 

 

 

 

 

Di seguito alcune foto della serata:

 

 

 

 

Appuntamento alla Luna Nuova di maggio per una nuova maratona di galassie, questa volta arricchita di oggetti tipicamente estivi visibili verso la metà della notte.

Guido Pampaloni.

Dieser Beitrag wurde unter Senza categoria veröffentlicht. Setze ein Lesezeichen auf den Permalink.

Kommentare sind geschlossen.