Astronomical Centre, Venerdì 5/2/2016

bd32b63c-dbd4-4d16-ae12-13d2930922e2Astronomical Centre, Venerdì 5/2/2016

Era prevista una osservazione per sabato 6 ma, visto il meteo sfavorevole, abbiamo deciso di anticipare a venerdì. Il giorno prima, giovedì 4, è stata una serata stupenda di cui hanno approfittato Luigi, Paolo (Scatena, LU) ed un altro astrofilo di Lucca che sono ben visibili nelle immagini della telecamera di sorveglianza posta sulla stanza astrofili.

Io arrivo alle 19 e vi trovo Luigi, Nicola e Stefano (Orlando, Astrofili Pisani) con i due “cugini da 40” già montati. Per fortuna, stanno mettendoli a punto, per cui posso montare con il faretto acceso. Alle 19,30 tutto spento: si parte! Un pò di umidità, peccato. Prima della chiusura delle luci ho pensato bene di fare la foto di rito. Mi sono fidato della messa a fuoco automatica dato che c’era parecchia luce, ma ho sbagliato. Foto sfuocate.

La serata, sebbene umida, si preannuncia ottima con un cielo molto scuro e una Via Lattea invernale a destra di Orione ben visibile specialmente se vi si arriva partendo da Cassiopea. Purtroppo l’umidità va crescendo e alla fine anche i Dobson cedono: a me si appanna il secondario e le stelle diventano delle nebulose planetarie a causa dell’umidità depositatasi sull’oculare. I telescopi di Luigi e Nicola, che hanno parti metalliche, addirittura gocciolano.

Sono le 24 quando decidiamo di staccare dato che ormai è diventata una lotta fra il phon e la condensa. Anche Fabio interrompe.

La serata è stata però positiva dato che in quelle quasi 5 ore c’è stata la possibilità di osservare tutti insieme o separatamente svariati oggetti (i commenti provengono dal mio archivio a meno che non ci sia qualcosa di diverso da segnalare):

Ori
NGC 2169
Ammasso di stelle molto bellino. Ci sono vari gruppetti di stelle abbastanza staccati dal resto perché piuttosto forti.Anche se piuttosto sparso è un bell’oggetto. Campo stellare discreto.
NGC 2186
La prima volta che lo avevo osservato (da Pontedera) non mi era piaciuto, ma da cieli scuri appare molto bellino. Ci sono parecchie stelle abbastanza luminose. Si tratta di un piccolo gruppo di stelle, abbastanza compatto con tre stelline a rifinire l’immagine.
Campo stellare molto ricco.
NGC 2022
Appare come un dischetto azzurrognolo che diventa molto bel risolto con l’OIII. In effetti usando OIII risulta l’unico oggetto visibile nel campo. Campo stellare discreto.
NGC 2194
Nell’11 Nagler appare come una nebulosità che però si sgrana bene col 7,7 SWARO. Si vedono molte stelle tutte riunite in poco spazio più alcune stelle più forti tutto attorno. Campo stellare molto bellino.
PK 190-17.1
Ha un aspetto quasi stellare ma si evidenzia come nebulosa con la tecnica del blinking dato che con OIII guadagna abbastanza.. Rotonda, piccola, blustra. Campo stellare discreto.
NGC 1662
Molto bellino, composto da molte stelle forti: Con il 14 mm, ne conto una trentina. Possiede un fantastico quartetto di stelle bianco azzurre al centro che ricorda il Trapezio di M42.
I fan di Star Trek hanno riconosciuto in questo ammasso aperto una nave da battaglia Klingon (S&T 2/2005, p. 86)
NGC 2141
Bel gruppettino ben definito di stelle deboli che compare come una nebbiettina risolta in stelline con il 7,7 mm. Campo stellare molto bello.
NGC 2039
Si tratta di un bel gruppetto di stelle fatto di componenti con disposizioni molto bizzarre. Solo poche stelle sono “forti”. Il campo stellare è molto bello.
Gem
NGC 2304
E’ un ammasso fatto di parecchie stelle abbastanza deboli che lo fanno assomigliare ad un globulare largo e lontano. Un pò come NGC 2419 nella Lince.
NGC 2420
Anche questo ammasso si trova in un campo abbastanza ricco di stelle: molto bellino anche se composto di stelle deboli. Nebulosità con tante stelline deboli in visione distolta. In ogni caso le stelle visibili in zona con il 14 sono veramente tante.
NGC 2331
Non molto significativo dato che è piuttosto sparso e le stelle non sono molto forti. Il campo stellare è però molto bellino.
NGC 2266
Si tratta di un ammasso composto da molte stelle di cui moltissime deboli. Solo 3 o 4 sono più forti e spiccano sulle altre. Molto bellino perché abbastanza compatto. Campo stellare discreto.
CMa
M41
Molto bello, molto ricco, un piacere per gli occhi! Tantissime stelle di tutti i colori e dimensioni.
Cr121
Stupendo ammasso con al centro un faro di 4m circondato da stelle forti. Non ha una forma definita ma è veramente un grande campo. Usare il 31 mm per osservare.
NGC 2359
E’ stata la CHICCA della serata dato che non mi aspettavo di vederla così bene.La chiamo Magnet Nebula o Nebulosa Calamita a causa della forma ad U orizzontale. Sembra sia nota come “Elmo di Thor”.Si vede benissino senza ausilio di filtri, ma con OIII diventa stupenda e si possono benissimo apprezzare le zone più luminose.Il campo stellare è discreto con varie stelle forti.
NGC 2362
L’ammasso è stupendo, fatto di stelle molto forti con la t-CMa al centro. La nebulosità dovuta a questa stella fa si che, insieme alla visione grandangolare dovuta al 14, si abbia una visione tridimensionale ossia sembra di vedere un pozzo con la stella forte sul fondo.
NGC 2360
E’ veramente molto bello: ci sono tantissime stelle, tutte deboli ma veramente tante. Non riesco a definirne la forma. Molto raggruppato. Si tratta di quegli ammassi aperti che sembrano dei globulari piuttosto sparsi.
NGC 2204
Si tratta di un oggetto molto bellino. E’ formato da tantissime stelle sia deboli che forti. E’ molto ricco e compatto tanto che mi ricorda un globulare piuttosto largo (direi un classe XI).
Gum 5
Campo stupendo. Ci sono moltissime stelle (anche piuttosto forti) che circondano una leggera nebulosità tutta attorno ad un gruppo di stelline. Senza filtro colgo una leggera luce rotondeggiante. Con OIII compare la nebbietta ma occorre la visione distolta per apprezzarla veramente.
NGC 2383-2384
Grande campo stellare per tutti coloro che il Doppio Ammasso nel Perseo è diventato un oggetto di routine!!! Ci sono due gruppi di stelle molto bellini: uno (NGC 2383) è più grande e compatto con stelle bilanciate. L’altro (NGC 2384) contiene stelle di varia luminosità ed una stradina di deboli stelline che rifà l’immagine.
Mon
M50
Bellissimo oggetto che fin dalla prima volta che lo ho visto mi ha ricordato un uccello con le ampie ali spiegate. Molte stelle colorate e di tutte le dimensioni.
NGC 2506
L’ammasso è piuttosto raccolto con una bella stella luminosa per renderlo più interessante.Il campo stellare è molto bellino dato che, vicino a questo ammasso c’è il Dolidze 25 che ha una forma veramente interessante: sembra una pinza.
NGC 2301
Grandioso gruppo di stelle in un campo molto bello. Ci sono molte stelle piuttosto forti disposte lungo l’asse N-S. Moltissime stelline raggruppate attorno alla stella forte.
Osservando con attenzione a telescopio fermo con il 101 vedo chiaramente che l’ammasso è fatto a T con il gambo (orizzontale nel 7,7 mm) composto da stelle deboli che creano una nebulosità evidente in visione distolta ed il lato verticale composto da stelle molto forti con un bel gancettino da un lato.
NGC 2346
Si individua bene perché è piuttosto estesa ma per apprezzarla meglio ci vuole l’OIII dato che con quello si stacca benissimo. Bluastra, rotonda.
Rosetta
Si tratta di un oggetto superbo che richiede delle belle serate per essere apprezzato appieno. Richiede inoltre OIII, un pò di visione distolta per le parti più deboli ma soprattutto bassi ingrandimenti (oculare a focale lunga e grande campo).
In questo modo essa appare come un oggetto enorme, rotondo, con una nebulosità diffusa rotondeggiante e più marcata nelle zone inferiori e superiori. E’ molto più tenue nelle zone laterali. Alla fine ho potute centrarla in un oculare. E’ bastato un Televue 101 ed un 20 Nagler con il magico cerchietto (OIII). Bellissima! Non tanto la nebulosa di per sé ma tutto l’insieme con il suo belvedere di stelle (al centro della Rosetta c’è infatti un bell’ammasso aperto (NGC 2244).
CMi
Dolidze 26
Molto bellino, la stella sigma, molto più luminosa delle altre, impedisce la visione delle stelle più deboli. Rimangono comunque parecchie stelle che rendono piacevole l’osservazione di questo ammasso. L’ammasso si trova tutto attorno alla stella 6-CMi.
Pup
M46 – M47
Nel 32mm si vede insieme a M47. E’ incredibile la differenza che intercorre fra i due ammassi: Uno è fatto di tantissime stelle deboli mentre M47 è composto di un numero molto minore di stelle ma molto più forti. In M46 si può osservare la planetaria NGC 2438. Se si osserva l’ammasso con OIII si perde la luce delle stelle ma “prende vita” la planetaria.
M93
E’ davvero un bell’ammasso. E’ composto di stelle deboli, ma è abbastanza raccolto. Un doppietto giallo quasi al centro lo rifinisce perfettamente.
Immerso in un campo stellare discreto.
42e89f09-f537-4bfe-b69f-75cc32ecfb4a

4410ff47-bac3-4a84-8763-b60e157460e742e89f09-f537-4bfe-b69f-75cc32ecfb4a4410ff47-bac3-4a84-8763-b60e157460e7c75ab3ed-2863-4ece-96ae-3d34a9341074

Dieser Beitrag wurde unter Senza categoria veröffentlicht. Setze ein Lesezeichen auf den Permalink.

Kommentare sind geschlossen.