Astronomical Centre, sabato 15/7/2017

Siamo in piena estate. C’è un bell’anticiclone africano che porta sole e caldo. Anche se nel piano si soffre un pò per l’aria carica di umidità, si hanno serate in genere serene e temperatura molto mite, specialmente si si sale un pò; bastano i 500 m dell’Astronomical Centre che, nell’ultimo mese, si è arricchito di una nuova cupola (di proprietà di Paolo Barzaghi).

Dato che il cielo è piuttosto nuvoloso (anche se le previsioni per la notte sono buone), tiro fuori la cella del Nadirus che necessita di un acclimatamento (la temperatura della stanza astrofili supera i 35 °C) e aspetto a montare il telescopio…. in attesa.di eventi

Verso le 20 arrivano Antonio e Fabio. Sono attesi una decina di visitatori. Antonio ha portato il mitico 9,25“ della Celestron più un bel binocolo montato su pantografo. L’idea che abbiamo è quella di raccogliere il più possibile ammassi globulari nelle costellazioni di Oph e Sco, lasciando quelli del Sgr alle prossime uscite estive.

Man mano che la luce va giù c’è tutto il tempo per osservare, e far osservare, Giove e Saturno. Il seeing è estremamente ballerino per cui si alternano viste fantastiche a immagini pessime dei due giganti gassosi.

Qui di seguito è riportato il bottino della serata. È stata veramente uno spasso, con Antonio ed io che ci alternavamo ai due telescopi per osservare lo stesso oggetto in due sistemi ottici completamente diversi. Più volte è capitato di avere inquadrato lo stesso oggetto nei due telescopi e di vederlo nel Celestron solo quando era stato ben individuato nel 16”.

IC 4665, Ammasso Aperto. Si tratta di un bel gruppo di stelle molto luminose. All’interno del gruppo riconosco una bella doppia. La visione è ottima alorch usi un oculare a grande campo quale il 31 Nagler. Ci sono almeno 10 stelle di magnitudine minore di 7 e di vari colori. Nessuna forma particolare

NGC 6171, M107, Ammasso Globulare, Classe di concentrazione 10/12. È piuttosto debole e lo sgrano con a ca. 170X + visione distolta. In confronto agli altri ammassi dell’Ofiuco citati da Messier questo è il meno bello.

NGC 6218, M12, Ammasso Globulare, Classe di concentrazione 9/12. È veramente molto bello: grande, sgranato ai bordi e verso il centro. Nel 7,7 mm SWARO compare come un ammasso “mangiucchiato” in alto. Con l’11N perdo magari qualche stellina ma guadagno campo e luminosità. Ci sono molte stelline luminose tutte attorno.

NGC 6235, Ammasso Globulare, Classe di concentrazione 10/12. Debole ma ben visibile. Non sgranato se non leggermente ai bordi.

NGC 6254, M10, Ammasso Globulare, Classe di concentrazione 7/12. È molto più bello di M12 dato che è un pò più compatto e della stessa dimensione. Si sgrana un pò al centro a 170X. Provo a tirare a 360X ma non è serata. Il Nadirus è ben collimato ma il seeing non va bene. Profo ad usare il 7,7 Swaro e in effetti si vede qualcosa di stellare al centro.

NGC 6266, M62, Ammasso Globulare, Classe di concentrazione 4/12. Molto compatto, bello, facilmente sgranabile ai bordi e abbastanza bene anche al centro anche operando a 170X.

NGC 6273, M19, Ammasso Globulare, Classe di concentrazione 8/12. È piuttosto piccolo, poco sgranato al centro ma presenta molte stelline ai bordi. Molto bellino.

NGC6284, Ammasso Globulare, Classe di concentrazione 9/12. Si vede benissimo: anche se un pò piccolo, si stacca e si sgrana abbastanza bene a 170X. A più bassi ingrandimenti, compare come una stella sfuocata con molti puntini disposti verso la parte esterna della condensazione luminosa. Se si sale fino a 240X, si riesce ad apprezzare il nucleo granuloso anche se rimane sempre un oggetto abbastanza evanescente.

NGC 6287, Ammasso Globulare, Classe di concentrazione 7/12. Discreto Globulare che appare al solito granulare se si osserva a 170X ma che richiede ca. 240X per essere al meglio apprezzato. Bel campo con una fila di stelline di media luminosità.

NGC 6293, Ammasso Globulare, Classe di concentrazione 4/12. Bellino, facile, compatto. A 170X compare come una macchietta diffusa con qualche stellina attorno. A 240X invece compare qualche dettaglio in più ma l’oggetto rimane sempre abbastanza debole. Piccolo, campo stellare piuttosto povero.

NGC 6316, Ammasso Globulare, Classe di concentrazione 3/12. Piccolo. Si presenta come un oggetto nebuloso con una condensazione centrale indistinta anche se si osserva a ca 240X. L’alone attorno contiene varie deboli stelline con qualche componente appena un pò più forte (sono però stelle di campo).

NGC 6325, Ammasso Globulare, Classe di concentrazione 4/12. Si tratta di un oggetto molto piccolo. È difficile da riconoscere come Globulare tanto che è molto faciule passarci sopra senza riconoscerlo. Debole, non sgranato, nebuloso. Aspetto quasi stellare. Campo piuttosto povero.

NGC 6333, M109, Ammasso Globulare, Classe di concentrazione 8/12. Tale Globulare è ben sgranato ai bordi e con attenzione e qualche ingrandimento si riesce a sgranare anche al centro. Non è molto grande ma è pur sempre un oggetto Messier e quindi tra i più belli del nostro cielo. Vale quindi la pena cercarlo ed osservarlo.

NGC 6342, Ammasso Globulare, Classe di concentrazione 4/12. Debole, appena staccato dal fondo cielo. Solo qualche stellina debole in evidenza ai bordi dell’oggetto. Non facile, piccolo.

NGC 6355, Ammasso Globulare, Classi di concentrazione 6/12. Piccolo, staccato dal fondo cielo. Si sgrana abbastanza bene ai bordi ma non è un oggetto facile. Campo stellare discreto.

NGC 6356, Ammasso Globulare, Classe di concentrazione 2/12. Proprio un bel Globulare anche se piccolo. Sgranato ai bordi con il 14 m e sgranato fino al centro con il 7,7 mm. Campo stellare discreto.

NGC 6366, Ammasso Globulare, Classe di concentrazione 9/12. Accanto alla stella 99-Oph ci sono 5 o 6 stelline che assomigliano ad un ammasso aperto fatto di stelle deboli. In realtà quello che sto guardando è il Globulare di classe 11 e magnitudine 10. Quindi: debole, appena staccato. Piuttosto sparso che si lascia sgranare fino al centro con l’accoppita 11N + 7,7 Swaro. Ci sono varie stelle immerse in una leggera nebbietta. L’ho cercato il 15/6 ed era appena visibile. Ah cielo, come sei volubile!!!! Il campo è ravvivato da 99-Oph di 4,5m (metterla fuori campo per sperare di vedere il Globulare).

NGC 6384, Galassia Spirale SAB. Bella galassia, facile da individuare, ben staccata dal fondo cielo. Leggera condensazione luminosa all’interno di una nebulosità allungata. Bel campo stellare.

NGC 6401, Ammasso Globulare, Classe di concentrazione 8/12. Debole (molto!) e piccolo (molto) oggetto non sgranato neppure con il 7,7 mm. Si vede abbastanza male. Difficile. Campo stellare non male.

NGC 6402, M14, Ammasso Globulare, Classe di concentrazione 4/12. Il Globulare è di classe incognita; direi comunque che la classe deve essere abbastanza bassa dato che anche a 240X riesco a sgranare solo le stelle esterne. Molto bellino.

NGC 6426, Ammasso Globulare, Classe di concentrazione 9/12. È un oggetto debole che si presenta come una leggera nebulosità con qualche stellina debole al suo interno. È necessario il 14 mm. Campo stellare non ricco.

NGC 6517, Ammasso Globulare, Classe di Concentrazione 4/12. Piccolo, ben visibile ma non sgranato. Non è per niente facile per essere un Globulare. Campo abbastanza bellino.

Sono le 0,30 quando, uscendo dalla stanza astrofili dove stavamo commentando una osservazione, si osserva un bel quarto di Luna appena sorto. Peccato! Avrei voluto riprenderla sin dal suo primo apparire da dietro le lontane colline.

Per una mezz’oretta andiamo avanti con un deep-sky…senza carta stellare, ma poi il cielo comincia a schiarire e la Via Lattea pian piano scompare. Serata conclusa. Foto di rito e….a letto.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.